1. Chi sono i MOROSE secondo i MOROSE?
Un anacronismo rivendicato con ostinazione, perché solo ciò che è impossibile è vero.

2. Come definireste la vostra musica in tre aggettivi?
Evocativa, ieratica, ctonia.

3. Ascoltando il vostro ultimo lavoro dal titolo “SOPRA IL TETTO SOTTO TERRA”, ci si ritrova coinvolti in un vortice di melodie da cui è difficile uscirne. Innanzitutto: Come mai questo titolo? Come è nato questo lavoro? Quali sono le idee che sono alla base delle canzoni che lo compongono?
Inizio dalla fine: non ci sono idee alla base delle canzoni, non per quello che è sempre stato il nostro modo di concepire la musica e l’espressione artistica in generale. sono le canzoni a portare le idee. non mi sono mai messo a tavolino con il proposito di scrivere su questo o quest’altro argomento: semplicemente, non ne sono in grado. iniziamo a suonare e confidiamo nella benevolenza delle Muse; questo disco è nato esattamente così: un anno e mezzo fa, durante un breve periodo sottratto al suo soggiorno nel sudest asiatico, io e Pier ci siamo ritrovati per alcuni giorni nella casa sulle colline di Sarzana dove suoniamo. non accadeva da tempo, e in quei tre giorni sono nati i pezzi che costituiscono l’ossatura del disco. scrivo da più di vent’anni ma assistere e partecipare della creazione di qualcosa che dal nulla prende la forma di una canzone ha sempre un che di miracoloso. un’immacolata concezione. “Sopra il tetto sotto terra” è uno dei brani nati in quei giorni, per questo lo abbiamo scelto anche come titolo del disco. Pier ne ha realizzato un video, con le riprese che ha girato nelle sue escursioni da Singapore ai paesi vicini:

 

4. Quali sono i vostri progetti futuri?
Sopravvivere: nel contesto attuale mi pare un obiettivo sufficientemente ambizioso. nei prossimi mesi cercheremo di portare il disco in giro il
più possibile: suonare dal vivo è un aspetto vitale, ricreare le emozioni che lo animano in luoghi diversi, a contatto con persone diverse. E in autunno c’è in progetto di un piccolo tour in Francia, dove siamo già stati 3 volte in passato.

5. Se doveste consigliare tre band contemporanee, quali scegliereste?
Matt Elliott, Carla Bozulich, Andrea Belfi.