533835 375100542522833_981033322_nIl terzo album dei Black Eyed Dog esce l'11 maggio 2012 e si intitola "Too many late nights".

In questo disco il trio composto da Fabio Parrinello (voce, piano e mandolino elettrico), Anna Balestrieri (voce, chitarra, cigar box e piano) e Alessandro Falzone (batteria, chitarre, percussioni) decide di spingersi verso un sound più potente, con distorsioni e chitarre elettriche come piovesse.

Il rock viscerale della band si espande come olio bollente fra le ritmiche incessanti delle percussioni e i groove infuocati. "When I was married to you" si presenta come un blues grasso con la bellissima voce sensuale di Anna Balestrieri che lascia sprigionare una forte carica emotiva. Il brano più attraente del disco è "Blowing horns in heaven", una ballata agrodolce avvolta in un pulviscolo di glitch elettronici in cui le due voci si incrociano sussurrando una nenia post-atomica. Un altro brano molto affascinante è "Crazy to the bone", una ballata sontuosa piazzata a metà disco e caratterizzata da una forte personalità emotiva e compositiva capace di scrollarsi di dosso tutti i riferimenti alla tradizione angloamericana attraverso un impeccabile piano punteggiato e l'intreccio delle due voci morbide e sottili. Si passa poi dall'eplosione di "Sister" alla cupa e sexy "Land's end sanctuary".

Questo terzo lavoro dei Black eyed Dog riesce a stare in piedi da solo, poggiando su fondamenta solidissime; è il caso di dire che, in piccolo, il trio riesce a trasformare per un attimo il delta del mississipi in un affascinante delta di Venere.

 

 

TRACCE

 

1. When I Was Married To You 

2. It Turns You On 

3. Dixie Gipsy, Babe 

4. Blowing Horns in Heaven

5. Heather

6. Crazy to the Bone

7. Sister

8. Land's end sanctuary 

9. War Child 

10. Paper Cuts, Light Greenios 

 

Ascolta gratuitamente "Too many late nights"

Guarda il teaser dell'album