BIBLIOT1Un nuovo album per i baresi LA BIBLIOTECA DESERTA in uscita il 18 maggio 2012 dal titolo "Ever pride, ever power, ever peace".

A due anni da "Travelling without gravity", il percorso della band vira verso sonorità nuove e rinnovate, raggiungendo nuovi ambiti sonori che colpiscono sicuramente quanti hanno conosciuto La Biblioteca Deserta prima di quest'album.

"Fragile" sottolinea l'evoluzione verso un sound più aggressivo, elettronico, ritmiche più veloci, atmosfere intense. Si prosegue con la bellissima "Troubled kids" in un tripudio di elettronica e riff di chitarre che formano tappeti sonori eccezionali.BIBLIO2

Nella durata dell'album (poco più di mezzora) viene data carta bianca alla velocità e alla potenza; la malinconia passa in secondo piano e si assiste a una continua cavalcata elettronica (come in "Adaptive memory" o in "We were future") e a godibilissime esperienze di rock con sperimentazioni varie (come in "Falter Falter" o in "Cage" in cui si respira il profumo di stupendo post-rock). L'album si chiude con la gagliarda "Ever glory": non c'è aggettivo più azzeccato.

Insomma, mentre le band tendono a 'battere il ferro quando è caldo', La Biblioteca Deserta sforna un cd che ha ben pochi richiami al suo precedente dimostrando che Frediano Muolo (chitarra), Francesco Palmitessa (batteria, campionamenti, drum machine), Adriano Petrosillo (basso, sintetizzatori) e Fabrizio Corbacio (chitarra, sintetizzatori) fanno quel che piace a loro con personalità, tecnica e cervello.

 

TRACCE

 

1 - Fragile 

2 - Troubled kids 

3 - Falter Falter

4 - Adaptive memory 

5 - Cage 

6 - We were the future 

7 - Ever glory 

 

Ascolta "Ever pride, ever power, ever peace"