Abbiamo intervistato Luciano Macchia Crooner che ha da poco pubblicato il suo nuovo lavoro dal titolo “L’estate che va”; ci ha parlato delle sue nuove composizioni, dei suoi gusti musicali, dei suoi progetti futuri e molto altro.
Buona lettura

1. Chi è Luciano Macchia Crooner secondo Luciano Macchia Crooner ?
Un musicista diretto, senza fronzoli.

2. Come definiresti la tua musica in tre aggettivi?
Semplice , diretta, esplosiva

3. Ascoltando il tuo nuovo lavoro “L’estate che va” ci si ritrova coinvolti in un vortice di melodie da cui è difficile uscirne. Innanzitutto: come mai questo titolo? Come è nato questo lavoro? Quali sono le idee che sono alla base delle canzoni che lo compongono?
Il titolo è stato molto combattuto…. Tra L’estate che va e Capodanno in Lucania. Siccome l’uscita prevista era stata fissata nel settembre 2021, L’estate che va ha preso il sopravvento. Questo lavoro è nato nella casa dei miei genitori, dove sono cresciuto, in Basilicata. Quasi interamente composto in poche nottate, rispolverando una vecchia tastiera malconcia. L’idea di base, sicuramente è lo ska! Dopo la mia prima canzone del 2017 “Twist o rock ammericano”, dello ska, almeno per ora, non ne possa fare a meno :-) Altro filo conduttore del disco è sicuramente la Basilicata, è presente in quasi tutti i pezzi.

4. Ci puoi parlare della bellissima copertina del tuo nuovo disco?
E’ uno scatto di Francesco Rinaldi, fotografo lucano, che appena l’ho telefonato e comunicato il titolo del disco, lui mi risponde così “ho io la copertina giusta per questo disco”.

5. Quali sono i tuoi progetti futuri?
Vivere della mia musica, progetto ardito….ma mai dire mai.

6. Se dovessi consigliare tre band contemporanee, quali sceglieresti?
Vallanzaska, Banda Osiris, Fanfare Ciocarlia